Cerca
  • adarphoto

Una passeggiata fotografica a San Pier Niceto - 20 gennaio 2019.

Aggiornato il: 21 gen 2019


Si è svolta oggi a San Pier Niceto una passegggiata fotografica che ha riservato molte sorprese miste a un sentimento di amarezza per i tanti luoghi, un tempo cuore pulsante della vita sociale ed economica del paese, oggi completamente distrutti e abbandonati. Hanno fatto da guida l'ing. Antonino Micale e l'ing. Piero Basile che con tanta passione, figlia dell'attaccamento verso la terra natia, hanno saputo destare l'attenzione del gruppo creando la giusta atmosfera e un feeling di amichevole affiatamento. Da loro abbiamo scoperto che un tempo a San Pier Niceto, nella zona Marrella, si allevava il baco da seta, che in una vicina piazza, "U Pastareddu", c'era un pastificio e che la chiesa di San Giacomo, famosa per la processione degli Angeli della Settimana Santa, potrebbe avere a che fare con il camminao di Santiago. Tutti temi molto interessanti che meritano di essere approfonditi per ritrovare quelle origini smarrite che, certamente, sono causa dello smarrimento della società moderna persa in un labirinto senza memoria. Piacevolmente sorpresi sono rimasti gli amici che si sono uniti a noi nella prima tappa di questa avventura e i cui contributi sono nella galleria fotografica, dal gruppo di San Pier Niceto a quelli che ci hanno raggiunto dai paesi vicini o anche da Messina, cito per tutti, e sono certo che non si offenderà nessuno, Enrico Borrometi. Un grazie di cuore a tutti e un arrivederci a presto per la seconda tappa!



Veduta sulla zona sud di San Pier Niceto con la Chiesa del Carmine




“Afferra il tempo e non farlo scappare perchè ogni cosa dura il preciso istante di uno scatto.”










0 visualizzazioni

© 2018 by ANTONIO SPADARO